Litigo

E’ cosi: ci sono otto rampe da scalare prima di arrivare alla cima.
Scalino, scalino dovrò pur arrivare da qualche parte e se non salgo, almeno scendo.

E’ soltanto un semplice freddo di dicembre che ti abbraccia in un solo colpo, il rischio e di crollare miseramente a terra perchè sei poco preparato alle improvvisazioni.

La radio ti fa una breve compagnia, scegliendone qualche brano della tua breve infanzia, terminata a basse altezze. Le arcate sono illuminate, mentre il buio continua a regnare sovrano.

Parte l’orazione, la preghiera, la richiesta, il sostegno, la benedizione, la richiesta di pace, amore o semplicemente di chiuderla bene.

Il latino si mescola ad antiche litanie, “tutta pura è Maria.”

A questa bellezza, al fremere delle candele,
al candore delle orchidee che sfidano il gelido mattino,
all’incenso che sale all’immagine di una donna non riesco a resistire.

La notte giunge al capolinea, la luce si è alzata.
Con un semplice gesto ci si scioglie, ognuno per la sua strada.

E siamo a tre.

Maria

Lascia un commento