Buon compleanno

Le feste di compleanno. Sono una cosa bellissima. Lo penso perchè non ne ho mai avuta una. Eh sì altri tempi, altre esigenze, le priorità prima erano altre. Ma le feste sono sempre belle.
Ecco a volte quando se ne parla con quelli della mia età, partono i racconti:
“Come era la tua?”

Ovviamente si facevano a casa, nel salone che era chiuso come i musei italiani, prima che Franceschini li aprisse gratis al pubblico la prima domenica di ogni mese. Proprio così, tua madre apriva il museo -salone e tutto quello che era alla tua portata veniva confinato nelle vetrine e si apriva il tavolo.

Secondo me il ministro dei Beni culturali quando ha pensato all’apertura dei musei la domenica, in un certo senso si è preso una rinvincita sulla chiusura del salone- museo di casa sua.

Ovviamente alle feste si mangiava, quindi giù una serie di prodotti fatti rigorosamente fatti in casa: pizzette, popcorn, qualche patatina e le bibite colorate; poteva anche comparire anche la crema bianca e al cioccolato versata nei biocchieri di vetro e il mitico panettone.

Un prodotto alto quanto una mano così secco, ma così secco che dopo il primo boccone toccava farti un bicchiere di qualcosa, anche gas liquido all’occorrenza. Ed ecco che ti partiva il singhiozzo, addio festa.

Poi la torta fatta in casa, qualcuno accendeva lo stereo, partiva il gioco della sedia, il ballo della scopa, il gioco della bottiglia, si partiva con minacce hard del tipo “bacia questo e quello” e poi niente, anche la più intreprendente diceva no…

Foto di gruppo e tutto finiva, ci si rivedeva ad un’altra festa, la tua era quella, non ne avresti avute altre.

Ora invece partono gli inviti, si chiama l’animatrice ( uno dei miei primi lavori) palloncini, candele luccicanti, vestito carino e tutto rigorosamente comprato in pasticceria.

Torta glassata, foto, profilo facebook, mamme ai tavoli che sparlano della qualunque, regalino finale:bomboniera, temperino, matita, leccalecca.

Chissà come ricorderanno domani i bimbi di oggi le feste.

Maria

Lascia un commento