A tavola

La tavola è il luogo della verità, quel luogo magico dove i difetti della coppia salgono a galla come i chili di troppo che provate a far scomparire quando salite sulla bilancia.
Salite e vi girate fino a tenere in bilico il respiro, bastano 200 gr in meno per sentirsi a posto con sè stessi.

Quando siete donna:
meno tempo possibile in cucina. Meno, meno, meno. Cioè il tempo di prendere un bicchiere di acqua e allontanarsi come se stessero evacuando il palazzo dove abitate. Lì si ingrassa.
Quando siete uomo:
Lascio tutto i miei averi qua per una parmigiana.
Quando siete donna:
il vostro menù è perennemente legato alla vita di un ruminante: 10 porzioni di verdure di tutti i colori, perchè si sa’ le verdure fanno bene.
Quando siete uomo:
il colore dei tuoi piatti si muove dal colore rosso della buatta del pomodoro al rosso scuro della carne alla brace. Le verdure le mangiano i ruminanti ( cioè le vostre compagne) 🙂
Quando siete donna:
Il gelato è quella cosa che trovi nella dieta del gelato sul settimanale dedicato alla linea; al massimo ve lo ricordate ai tempi del liceo, quando mi potevate mangiare tutto senza ingrassare. Ora il cornetto Algida è solo un ricordo.
Quando siete uomo:
Pronto? C’è Gigi?! Conosce tutti le case di produzione dei gelati, dai ghiaccioli alle torte frigo. Le offerte sono il suo pane quotidiano.
Quando siete donna:
“Amore che ti cucino?”
Quando siete uomo:
“Oggi abbiamo cucinato la pasta al forno!” ( ovvero ho fatto le porzioni.)Ma voi volete mettere la gioia di aver aperto il forno e dire: “Oooooo è pronto!” E tu rispondi: “Bravo impiatta!”

Intanto chiudete la porta del bagno non sia mai la bilancia vi osservi da lontano.

Maria